foto

La difesa di Padova dalle inondazioni

 

PROGRAMMA

Navigazione in battello alla scoperta del sistema di salvaguardia idraulica patavino!

Padova, posta tra il fiume Brenta a nord e il fiume Bacchiglione a sud, è sempre stata una città ricca d'acque e di Navigli.

Il Bacchiglione, al Bassanello entrava in città attraversando il Ponte dei Cavai e si biforcava davanti alla Specola, per ricongiungersi poi alla Conca di navigazione delle Porte Contarine, creando, nel centro storico, una vera e propria isola fluviale. Il suo ramo più importante, deviando a sinistra, costeggiava l’antica cinta muraria con il nome di Tronco Comune fino alla Specola per poi diventare Tronco Maestro e l’altro ramo, deviando a destra della Specola, con il nome di Naviglio Interno percorreva tutto il centro storico della città, fino alla Conca delle Porte Contarine, dove si immetteva sul Canale Piovego. La maggior parte del Naviglio Interno è stata, però, interrata negli anni ’50 del secolo scorso, e rimane ancora visibile navigabile la tratta dalla Specola al ponte delle Torricelle.

Purtroppo il carattere irruente e torrentizio del Bacchiglione, arricchito, poco prima di entrare in Padova, anche dalle acque del Brenta tramite il Brentella, provocava continue inondazioni della città e, quindi, nel 1842, durante la dominazione austriaca, iniziarono i lavori per lo scavo del Canale Scaricatore, dal Bassanello a Voltabarozzo, con il compito di far defluire le piene al di fuori del circuito delle acque interne di Padova, scaricando le acque nel canale Roncajette.

Ma le piene continuavano allagando la città: devastante quella del 1882 e poi quella del maggio 1905 ed ancora nel 1916 e nel 1919.

Pertanto nel 1922 si progettò un ampliamento e prolungamento del canale Scaricatore e un nuovo Canale rettilineo in modo che il Canale Scaricatore e il Piovego fossero collegati, raccordando le due diverse altezze dei livelli d’acqua dei due canali attraverso la Conca di Navigazione di Voltabarozzo.
I lavori cominciarono nel 1930 e furono completati dopo l’ultima guerra. Si realizzò così, da Voltabarozzo al Piovego (area attuale inceneritore), un nuovo naviglio chiamato Canale San Gregorio.

Il risultato finale è un comodo e profondo Naviglio di circa 7 km, dal Piovego al Bassanello, una sorta di circonvallazione fluviale che dagli anni ’50 ha sostituito il Naviglio Interno di Padova che è stato in gran parte interrato.

Oggi, quando il Bacchiglione è in piena, viene chiusa al Bassanello la porta di ingresso delle acque in città che è il “Sostegno del Ponte dei Cavai” e la porta di uscita delle acque dalla città che è il “Controsostegno di San Gregorio” situato nei pressi dell’inceneritore.

Il centro storico della città è cosi isolato e riparato dalle inondazioni.

Le acque irruenti della piena, al Bassanello vengono dirottate verso il Canale Scaricatore dove una parte si versa nel Canale Roncajette; e una seconda parte, tramite la Conca di Voltabarozzo, arriva al Canale San Gregorio e da qui incrocia il Canale Piovego all’altezza dell’Inceneritore, ma trovando sbarrata la porta del Centrosostegno devia verso Noventa Padovana dove, superata la Conca di Navigazione, si versa nel fiume Brenta e prosegue verso il mare.

Durante questa escursione in battello racconteremo la storia del canali padovani e conosceremo e visiteremo i manufatti idraulici che regolano il sistema delle acque padovane e proteggono la città di Padova dalle inondazioni.

 

E' possibile effettuare il tour partendo dal Portello fino a Bassanello, oppure imbarcarsi a Bassanello fino al Portello percorrendo all'inverso lo stesso itinerario dell'andata.

 

Tour in collaborazione con Comitato Mura di Padova e Artemartour

 

Durata del tour: 1.5h

Padova - mappa navigli della città

Difesa di Padova dalle inondazioni

 

DATE DISPONIBILI

Domenica 7 luglio

Domenica 4 agosto

Domenica 1 settembre  

 

Per ogni data sono disponibili due turni:

> Partenza dal Portello: alle 15.50 al Pontile del Portello, partenza alle 16.00 e sbarco alle 17.45 al Bassanello. Si consiglia rientro in tram.

> Partenza dal Bassanello: alle 17.50 al Pontile del Bassanello (Via Adriatica, 35125 Padova PD), partenza alle 18.00 e sbarco alle 19.45 al Portello.

 

PREZZO

Diritto di prenotazione: € 18,00 per persona.

 

COSA COMPRENDE

Il prezzo include: il diritto di prenotazione e il tour in battello con illustrazione con guida a bordo che illustra il percorso.

 

PRENOTAZIONI E PAGAMENTO

Posti limitati. Prenotazione online obbligatoria.

È possibile effettuare la prenotazione online in pochi secondi selezionando la data e il numero di partecipanti. Il pagamento potrà essere effettuato con carta di credito direttamente al termine della prenotazione (non è previsto il pagamento con bonifico bancario). 

 

CALENDARIO COMPLETO "NOTTURNI PADOVANI 2024"! 

Vuoi consultare il calendario completo della rassegna Notturni PadovaniClicca qui!